Gap E Trendline

24,00

Alcuni gap sono prevedibili, per esempio quelli sulle trimestrali, e quindi il buon senso suggerisce di chiudere le posizioni aperte almeno il giorno prima della comunicazione dei risultati economici. Poi ci sono i gap generati da notizie uscite dopo la chiusura o prima dell’apertura dei mercati.
Quindi i gap possono essere croce o delizia a seconda della parte in cui ci si trova se si ha una posizione aperta, ma possono diventare anche delle grandi opportunità.
I gap generano fortissime aree di supporto e resistenza che possono aiutare a definire strategie, ingressi e operatività. Sono molto frequenti soprattutto nell’azionario e negli indici, quasi inesistenti in altri strumenti finanziari come Forex e bond.

Solo 5 pezzi disponibili (ordinabile)

Descrizione

Alcuni gap sono prevedibili, per esempio quelli sulle trimestrali, e quindi il buon senso suggerisce di chiudere le posizioni aperte almeno il giorno prima della comunicazione dei risultati economici. Poi ci sono i gap generati da notizie uscite dopo la chiusura o prima dell’apertura dei mercati.
Quindi i gap possono essere croce o delizia a seconda della parte in cui ci si trova se si ha una posizione aperta, ma possono diventare anche delle grandi opportunità.
I gap generano fortissime aree di supporto e resistenza che possono aiutare a definire strategie, ingressi e operatività. Sono molto frequenti soprattutto nell’azionario e negli indici, quasi inesistenti in altri strumenti finanziari come Forex e bond.
Spesso forti e duraturi trend al rialzo o al ribasso sono innescati proprio da un gap, oppure si trova un gap come rottura di una trendline di medio/lungo periodo; o ancora, spesso breakout di livelli importanti di prezzo su forti supporti o resistenze si verificano proprio con un gap. Vi sono gap di inversione, di continuazione e di esaurimento.
Questo libro affronta anche il tema delle trendline: il loro uso e come possono aiutarci nell’operatività.
Il volume si chiude con la misurazione probabilistica di possibili target utilizzando le basi dell’analisi tecnica e i multipli di volatilità calcolati su alcune candele di riferimento.
Questa guida è realmente ricca di spunti operativi. Alla fine dei capitoli teorici una sezione di autovalutazione aiuterà nella verifica dell’apprendimento.

Informazioni aggiuntive

Autore

Enzo Vezzosi

Ti potrebbe interessare…

<