Medie E Indicatori

35,00

Disponibile (ordinabile)

Descrizione

Il termine oscillatore è comunemente utilizzato per definire ogni grandezza risultante da elaborazioni elementari dei prezzi e finalizzata alle misurazioni delle più significative variazioni evidenziate dai prezzi stessi. Lo studio di un mercato mediante gli oscillatori è diretto a estrapolare il saggio di variazione di una serie storica di prezzi e a individuare sia le fasi di trend che le cosiddette fasi di ipercomprato e ipervenduto.
Questa finalità viene raggiunta prevedendo per molti oscillatori (le medie sono un’eccezione) un campo di variazione entro cui si è evoluta la maggior parte dell’andamento passato.
L’utilizzo degli oscillatori e degli indicatori permette di confrontare sistematicamente la dinamica degli stessi con il movimento dei prezzi per identificare eventuali situazioni di concordanza o discordanza. Questo comporta la costruzione di modelli che evidenziano sia l’evoluzione dei prezzi, sia l’andamento dell’oscillatore: questi stessi modelli sono alla base di numerosi sistemi operativi che vanno dai trading system più comuni agli algoritmi genetici, per finire alle componenti di reti neurali e machine learning.
In analisi tecnica vi sono moltissimi indicatori. In questa guida, Francesco Caruso (creatore di numerosi indicatori) e Stefano Bini (stretto collaboratore di Caruso) hanno selezionato per voi quelli che consentono un’immediata applicabilità e che sono caratterizzati da un’efficacia operativa reale e comprovata nel tempo.

SOMMARIO

Sommario
Introduzione

CAPITOLO 1 – MEDIE MOBILI E LORO UTILIZZO

Il problema primordiale: l’erraticità delle serie storiche 5
Tipologie di medie mobili e scelta dell’ampiezza 5
Media mobile semplice (Simple Moving Average, SMA) 5
Media mobile esponenziale (Exponential Moving Average, EMA) 6
Media mobile ponderata (Weighted Moving Average, WMA) 7
Scelta dell’ampiezza 7
Media mobile adattiva 8
Tecniche di utilizzo e segnali 8
Uso di una media mobile 8
Uso di due medie mobili: crossover 9
Canali di medie 11
Oscillatori basati su due medie 12
Conclusioni 14
Test di autovalutazione 15

CAPITOLO 2 – BOLLINGER BANDS

Introduzione 17
I segnali 18
Indicatori derivati 18
Percentage B o %b 18
Band Width 19
Volume normalizzato 21
Definire la struttura del mercato 21
W-Bottom 21
M-Top 22
Walking the Bands
(Passeggiare tra le Bande) 24
Le fasi anomale delle Bollinger Bands 24
Conclusioni 25
Test di autovalutazione 26

CAPITOLO 3 – MOVING AVERAGE CONVERGENCE/DIVERGENCE

Introduzione 27
Interpretazione 28
Le tipologie di segnali 29
I segnali di Crossover 30
Crossover standard 30
Crossover della linea centrale (zero) 31
Le divergenze 32
MACD istogramma 34
Conclusioni 34
Test di autovalutazione 36

CAPITOLO 4 – MOMENTUM, RATE OF CHANGE E COPPOCK GUIDE
Il Momentum: interpretazione e analisi 37
Le tipologie di segnali 38
Limiti del Momentum 40
Il Rate of Change (ROC): interpretazione e analisi 40
La Coppock Guide: interpretazione e analisi 43
Conclusioni 45
Test di autovalutazione 46

CAPITOLO 5 – L’OSCILLATORE STOCASTICO

Introduzione e analisi 47
Dallo Stocastico Veloce
allo Stocastico Lento 48
Tecniche di utilizzo e segnali 49
Crossover tra %K e %D 49
Identificazione delle aree 49
di ipercomprato e ipervenduto 49
Utilizzo delle divergenze 51
e Bull & Bear Set-up di Lane 51
Utilizzo dello Stocastico 51
come strumento Trend-Following 51
Conclusioni 54
Test di autovalutazione 55

CAPITOLO 6 – DIRECTIONAL MOVEMENT INDEX

Introduzione 57
Movimento Direzionale 57
Metodo di calcolo 59
Escursione Reale (True Range) 59
Indicatori Direzionali 59
Indicatore Direzionale a 14 periodi 59
Indice di Movimento Direzionale (DMI) 60
Average Directional Movement (ADX) 60
Interpretazione dell’Indice 60
Utilizzo concreto e anomalie 61
Conclusioni 63
Test di autovalutazione 66

CAPITOLO 7 – L’INDICE DI FORZA RELATIVA – RSI

Introduzione 67
Metodo di calcolo e interpretazione 68
Utilizzi classici 68
Individuazione delle aree 68
di ipervenduto e di ipercomprato 68
Individuazione delle divergenze 72
Failure Swing 73
Utilizzi alternativi 75
Interpretazione di Brown 75
Inversioni Positive e Negative di Cardwell 76
Conclusioni 78
Test di autovalutazione 66

CONCLUSIONI 81
SOLUZIONI DEI TEST DI AUTOVALUTAZIONE 82
GLI AUTORI 83

Informazioni aggiuntive

Autore

Francesco Caruso, Stefano Bini

Pagine

84

Ti potrebbe interessare…

<